martedì 25 dicembre 2012

L'Arci presenta il romanzo di Lou Palanca - "Blocco 52 Una storia scomparsa, Una città perduta.


Venerdì 28 dicembre 2012, alle ore 17.30, presso la sala consiliare del comune di Crotone, presenteremo il romanzo di Lou Palanca " Blocco 52 - Una storia scomparsa, Una città perduta" (Rubbettino). Il delitto del dirigente comunista con radici borghesi, Luigi Silipo.


Alla presentazione del romanzo parteciperanno:  Nicicola Fiorita, Autore; Filippo Sestito, Presidente provinciale Arci; Piero Cotronei, Assessore alla cultura Comune di Crotone - già dirigente P.C.I. 

Buone feste!

venerdì 23 novembre 2012

Fermiamo la guerra a Gaza

L'Italia e l'Europa hanno il dovere di fermare la guerra a Gaza. Lo possono e lo debbono fare agendo con intelligenza e determinazione nell'interesse superiore dei diritti umani, della sicurezza internazionale, della giustizia e della pace. L'Italia, che vanta ottime relazioni sia con Israele che con i palestinesi, può fare molto. Ma deve cambiare: smettere di essere di parte, assumere un ruolo attivo, propositivo e progettuale. Nel Mediterraneo, in Europa e all'Onu. L'Italia deve essere consapevole dei suoi limiti ma anche delle sue risorse, della sua prossimità e delle sue responsabilità. Cominciamo subito: mobilitiamoci per fermare le armi, chiediamo al Consiglio, alla Commissione e al Parlamento Europeo di agire immediatamente, riconosciamo alla Palestina lo status di osservatore all'Onu, smettiamo di vendere armi a Israele e in Medio Oriente e chiediamo all'Europa di fare altrettanto. L'inazione degli altri non può più giustificare la nostra.

Ma fermare la guerra non basta. E' arrivato il momento di andare alla radice del problema, mettere fine all'occupazione militare e risolvere il conflitto tra questi due popoli. Non ci possiamo più permettere che continui così. E' troppo destabilizzante. Il conflitto è sulla terra. A entrambi i popoli deve essere riconosciuto il diritto di vivere in pace su quella terra con gli stessi diritti, la stessa dignità e la stessa sicurezza. La formula è "due stati per due popoli". E deve essere realizzata ora. Anche a costo di un'inedita e creativa "imposizione" internazionale. E' l'ultima possibilità. Non ci conviene più aspettare.

Perugia, 19 novembre 2012

Prime adesioni: Tavola della pace, Acli, Cgil, Libera, Agesci, Arci, Articolo 21, Legambiente, Cipsi, Pax Christi, Focsiv, Lettera 22, Premio Ilaria Alpi, Unione degli Universitari, Unione degli Studenti, Rete della conoscenza, Link Coordinamento Universitario, Rete degli Studenti Medi, Associazione per la Pace, Beati Costruttori di Pace, Centro per la Pace Forlì-Cesena, Emmaus Italia, Lega per i diritti e la Liberazione dei Popoli, Cnca, Rivista Solidarietà internazionale, Terra del Fuoco, Movimento Federalista Europeo, Movimento Europeo...

martedì 14 agosto 2012

E-state in discarica. La R.D.T. presenta il dispositivo calabrese per bruciare rifiuti senza produrre diossina

Come ogni anno l'emergenza rifiuti si fa sempre più acuta durante l'estate quando ancora qualche turista ma, soprattutto, i numerosi emigrati che hanno lasciato questa terra per risolvere i loro problemi economici ed esistenziali, ritornano in Calabria.

La questione dei rifiuti, lo sappiamo bene, non viene affrontate con una visione olistica ma si guarda al rifiuto come ad una ricchezza per quei pochi che gestiscono le numerose discariche sparse sul territrio. Non esistono provvedimenti che manifestano una piena comprensione del problema, non si adottano strategie risolutive in senso pieno, si preferisce scavare una fossa, dopo che il paziente è morto, d'altra parte nulla si può fare se non sotterrarlo nella tomba.

La rete difesa del territorio "F. Nisticò", fin dalla sua nascita, ha chiesto la soppressione di un istituto inutile ossia il commissario all'emergenza rifiuti che, in ben quindici anni di attività, non ha ancora compreso, o per meglio dire non ha inteso farlo, che il vero problema dei rifiuti non il prodotto finale bensì tutta la catena che porta alla produzione della monnezza medesima. Ad ogni modo pare che in Calabria la storia sia talmente ciclica da permettere una facilissima previsione che, puntualmente, si tramuta in scottante realtà. Ecco, quindi, formulato l'ennesimo piano emergenziale per affrontare, in estate, il problema dei rifiuti. Il commissario prevede di rendere quasi tutte le discariche calabresi, totalmente funzionali! Possono brindare i gestori, privati, delle diascariche: per loro la crisi del lavoro non si avverte.

Lo scorso tre luglio la R.D.T. si recava in presidio, presso la sede del commissario, a Catanzaro dove lo stesso aveva convocato i sindaci dello jonio cosentino per discutere della questione rifiuti. In tale occasione il commissario Speranza si dichiarava pronto ad ascoltare e valutare le fattive proposte delal R.D.T. in merito alla risoluzione della questione rifiuti. Questo momento la R.D.T. lo sta ancora asepttando, si perchè, è bene sottolinearlo, le attiviste e gli attivisti non sono il popolo del No ma sono in grado di proporre reali alternative e proposte, ovviamente occorre ascoltarle ma innanzia a una mancanza di democrazia nella gestione del ciclo dei rifiuti, innanzi ad un muro di gomma che fa rimbalzare come malefica eco, la voce del cambiamento, innanzi ad una situazione che non permette la partecipazione, la condivisione, la democrazia non resta altra strada se non quella di manifestare il nostro dissenso scendendo ancora una volta nelle piazze, nelle strade, lottando con tutta la nostra passione e levando le nostre voci unite a quelle del popolo calabro. Ora basta! Continueremmo a ribadire che delle nostre vite decidiamo noi! Saremo quindi in presidio presso tutte le discariche calabresi nella notte fra il 15 e il 16 Agosto, e in onore della non meglio specificato dispositivo tedesco che, secondo Speranza, brucerebbe i rifiuti senza generare diossina, proporremmo in occasione dei presidi, il nostro dispositivo per bruciare senza produrre diossina: ossia una bella grigliata di mezza estate!

La R.D.T. attende il popolo calabro presso tutte le discariche per brindare, ballare, suonare e grigliare alla nostra salute presso i cancelli delle migliori discariche calabresi! Appuntamento da non perdere alle ore 1.00 del 16 agosto presso le discariche calabresi.


Rete in Difesa del Territorio - "Franco Nisticò"

venerdì 6 luglio 2012

Uno sviluppo per una forte identità comunitaria

Il 9 luglio a Parco Pitagora il consorzio Jobel insieme ad altre associazioni tra cui l'Arci realizzerà una giornata di incontri, scambi, attività teatrali, culturali, laboratoriali con la finalità di presentare la prossima programmazione del museo-giardino Pitagora a partire da settenbre 2012. Ogni associazione coinvolta presenterà le proprie attività. Noi come Arci presenteremo le attività realizzate in occasione della Carovana Antimafie e sulla multiculturalità.

mercoledì 13 giugno 2012

Info manifestazione Cariati

A tutti coloro i quali sono intenzionati a partecipare alla manifestazione che si terrà giorno 16 giugno a Cariati
contro la realizzazione dell'ennesima discarica e la chiusura dell'ospedale, si comunica che l’appuntamento è fissato per sabato 16 giugno alle ore 15.45 presso il piazzale Ezio Scida di Crotone, dal quale si partirà per Cariati.

Non abbiamo la disponibilità di pullman ma solo delle nostre macchine pertanto è necessario raccogliere per tempo le adesioni.

Si chiede la gentilezza di voler comunicare via mail la vs. partecipazione entro le ore 20.00 di domani 14 giugno.

Grazie

domenica 13 maggio 2012

Lavoro clandestino

INVITO
"Anche il Lavoro è Clandestino"
PROGETTO
TERRE DOVE ANDARE
Iniziativa a sostegno de "il Manifesto"
Giovedì 17 maggio Aprile 2012 - dalle ore 19,00
Circolo ARCI "LeCentoCittà"
Via Esterna Spiaggia delle Forche,21 - Crotone


            Il
Circolo ARCI "LeCentoCittà" vi invita a partecipare all'iniziativa dedicata a lavoro e migranti "Anche il lavoro è Clandestino", organizzata nellambito del progetto di animazione rivolto ai cittadini stranieri,”TERRA DOVE ANDARE, in capo allAssociazione di Volontariato “A. Maslow, in convenzione con il CSV AURORAcentro servizi per il volontariatoCROTONERiferimento BandoPerequazione per la progettazione sociale regione Calabriaanno 2008.
            Giovedì 17 maggio, dalle 19,00 in poi, ci si incontrerà al Circolo ARCI "LeCentoCittà", per discutere della annunciata riforma del marcato del lavoro in Italia.
Ore 19,00 "ANCHE IL LAVORO E' CLANDESTINO"
Dibattito sulla riforma del mercato del lavoro tra precariato e clandestinità
Ne parliamo con:
Massimo Covello (Segreteria CGIL Calabria)
Raffaele Falbo (Segretario Generale CGIL Crotone)
Tonia Stumpo (Conf. Nazionale Donne PD)
Filippo Sestito (Presidente ARCI Crotone)
Carmen Messinetti (Resp. Immigrazione CGIL Crotone)
Pietro Drago (Pres. Ass.ne "A. Maslow)
Francesco Perri (Pres. Circolo ARCI "LeCentoCittà")
Pino Fabiano (Pres. Ass.ne "CotroneInforma")
In collegamento da Roma Angelo Mastrandrea (ViceDirettore del"Il Manifesto")
Modera: Bruno Palermo

Ore 21,00 Aperitivo Etnico con piatti tipici crotonesi ed africani.
Ore 22,00 TarantHera in concerto.
Durante la serata saranno raccolte sottoscrizioni volontarie a favore de "Il Manifesto"

Vi
aspettiamo giovedì sera, ricordandovi che l'ingresso al circolo è riservato ai soci ARCI.

Pietro Drago
Presidente Ass.A. Maslow

Francesco Perri
Presidente Circolo ARCI "LeCentoCittà"

domenica 22 aprile 2012

Aspettando la Liberazione

INVITO
"Aspettando la Liberazione"
PROGETTOTERRE DOVE ANDARE
Martedì 24 Aprile 2012 - dalle ore 19,00
Circolo ARCI "LeCentoCittà"
Via Esterna Spiaggia delle Forche,21 - Crotone


            Il
Circolo ARCI "LeCentoCittà" vi invita a partecipare alla giornata dedicata alla resistenza Aspettando la Liberazione, organizzata nellambito del progetto di animazione rivolto ai cittadini stranieri,”TERRA DOVE ANDARE, in capo allAssociazione di Volontariato “A. Maslow, in convenzione con il CSV AURORAcentro servizi per il volontariatoCROTONERiferimento BandoPerequazione per la progettazione sociale regione Calabriaanno 2008.
            Martedì 24 aprile, dalle 19,00 in poi, ci si incontrerà al Circolo ARCI "LeCentoCittà", per celebrare la Festa di Liberazione attraverso un percorso di reading, immagini, musica e sapori, dedicati alla resistenza partigiana in parallelismo con le nuove resistenze di questo secolo.
Lobbiettivo della giornata è di provare a discutere e confrontarsi sul tema delle libertà, in maniera innovativa ed informale. Proveremo ad accostare lesperienza della resistenza partigiana alloppressore nazifascista, con i nuovi movimenti di liberazione che stanno caratterizzando il panorama politico nella regione mediorientale e nel nord  Africa.
Nello specifico dalle 19,00 in poi: Reading a cura di Gianfelice Giaquinta, con letture di Andrea Giuda e Carmen Messinetti.
A seguire dibattito condotto da Fabio Riganello (Coord. ProgettoTerre Dove Andare), Filippo Sestito (Presidente ARCI Crotone), Francesco Perri (Presidente Circolo ARCILeCentoCittà), Pietro Drago (Presidente Ass.A. Maslow), Carmen Messinetti (CGIL Crotone).
Alle 21,00 Aperitivo Etnico con piatti tipici crotonesi ed africani.
Alle 22,00 Musica dal vivo con il cantautore crotonese Pompilio Turturo.
Dalle 23,00 in poi aspetteremo la mezzanotte per brindare al 25 APRILE con “Dj Savio", che ci farà ballare e saltare fino a tardi col meglio della musica Popolare, Reggae, Punk, SKA e Roots.
Durante tutta la serata saranno proiettati video e foto a cura di Gregorio Patanè.

Vi
aspettiamo martedì sera, ricordandovi che l'ingresso al circolo è riservato ai soci ARCI.

Pietro Drago
Presidente Ass.A. Maslow

Francesco Perri
Presidente Circolo ARCI "LeCentoCittà"